Title

Description

    Tebis Versione 4.0 Release 8

    Più sicurezza, più automazione, più semplicità operativa

    La Versione 4.0 Release 8, presentata all’inizio di dicembre, offre numerose funzioni nuove e migliorate. I punti forti sono il controllo anticollisione indicizzato, la libreria unità estesa, la scansione semplificata delle feature, il miglioramento della fresatura anticollisione a 5 assi continui, la gestione dei conflitti nella simulazione macchina e molto altro ancora. Anche in area CAD ci sono interessanti novità: il reverse engineering, ad esempio, è diventato più semplice e veloce grazie alla maggiore automazione dei passaggi. 

    La serie di webinar su Tebis Versione 4.0 Release 8

    In questi due webinar su Tebis Versione 4.0 Release 8, i product manager Marco Piccoli, Roberto Giovara e Maurizio Rege spiegano come approfittare al meglio delle novità e dei miglioramenti del nostro software.

    CAD – Reverse Engineering

    Più automazione e rappresentazione chiara dei risultati

    Nel reverse engineering, i dati di scansione vengono elaborati per generare un wireframe il quale, a sua volta, viene trasformato in un modello di superficie. Con la nuova Tebis Versione 4.0 Release 8, questo modello di superficie può essere facilmente generato in modo automatico. Se il modello di superficie deve fare riferimento ai dati di scansione originali è disponibile la nuova funzione "BRep/Top/Approx". Se viceversa si desidera fare riferimento al solo wireframe è possibile usare la funzione "BRep/Top/Fill". 

    Una volta selezionato il wireframe, le superfici vengono calcolate automaticamente in background.

    Selezionando la nuova opzione "Visualizza/Compatta", tutte le superfici vengono presentate in anteprima nello stesso colore, permettendo di valutarne velocemente la qualità. Il colore può essere deciso anticipatamente.

    Mantenimento delle curve di progettazione

    Se le curve di progettazione non devono essere modificate in fase di reverse engineering, si ha la possibilità di fissarle con la funzione "Configura edges". 

    Il video dei passaggi

    Dal wireframe al modello di superficie.

    CAM – Foratura

    La libreria di accessori ampliata supporta l’automazione completa delle lavorazioni di foratura profonda

    Nella nuova release, la libreria unità è stata estesa alla gestione delle bussole per la foratura profonda. Tutti i componenti delle moderne macchine per foratura profonda possono essere memorizzati nel sistema come copie digitali. Ciò significa che negli NCJob è possibile usare la funzione “MDeep2” senza limitazioni per creare in modo altamente automatizzato programmi CNC per lavorazioni di foratura profonda su 5 lati.

    La simulazione integrata garantisce la massima sicurezza contro le collisioni prima dell’output NC. Anche i movimenti di avanzamento e i cambi di bussola e porta bussola vengono simulati con assoluta precisione nell’ambiente CAM virtuale.

    CAM – Automazione

    La scansione feature è stata migliorata per offrire una maggiore visibilità e strutture operative ben definite

    Le feature che sono già associate al componente – perché sono state importate attraverso le interfacce o perché il pezzo era già stato scansionato in una fase precedente – vengono richiamate durante la scansione e non devono essere inserite nuovamente.

    Un’altra novità particolarmente pratica è la funzione “Auto”, che permette di eseguire la scansione completa del pezzo senza interruzioni con l’inserimento automatico delle feature univoche. Se per una data lavorazione vengono individuate più feature, dopo la scansione è possibile passare in modo mirato alle aree corrispondenti e selezionare la feature desiderata.

    Il video del procedimento completo

    CAM – Elaborazione dati

    Profili ad alta precisione per processi più veloci

    La distribuzione dei punti mostra come il profilo curvo elaborato con la Release 8 presenti una segmentazione ridotta al minimo.

    I profili di tornitura possono essere ricavati con la massima precisione dal profilo del componente 3D grazie alla funzione “Profili” migliorata. Anche le curve vengono riprodotte con estrema fedeltà. Si ottengono così grezzi più precisi senza bisogno di preparare il profilo in fase di progettazione.

    CAM – Fresatura

    Lavorazione di testa di curve e profili con elevata asportazione di materiale

    Una nuova sottostrategia della funzione “NC2ax/MCont” per la lavorazione di testa permette di operare con grande efficienza lungo curve e profili. Questo processo riduce sensibilmente i tempi di lavoro sulla macchina e l’usura degli utensili, in quanto la lavorazione in direzione assiale alleggerisce il carico sul mandrino. La possibilità di combinare facilmente le lavorazioni tangenziali con quelle di testa permette di sfruttare in modo ottimale i vantaggi di entrambe le strategie.

    Lavorazioni più veloci grazie alla strategia anticollisione indicizzata

    La funzione “NC3ax/RFill” per la lavorazione del materiale residuo offre una nuova e pratica strategia anticollisione basata sul calcolo indicizzato dell’inclinazione: la strategia riconosce e collega automaticamente le aree di fresatura che possono essere lavorate senza collisioni con lo stesso approccio e calcola in modo automatico l’approccio corrispondente. Le aree che non consentono una lavorazione priva di collisioni vengono disattivate e possono essere selezionate nella fase di lavoro successiva. Questo non pregiudica la flessibilità del processo, in quanto l’utente può scegliere di suddividere manualmente le aree di fresatura desiderate.

    La strategia anticollisione indicizzata abbrevia i tempi di lavorazione e migliora la qualità delle superfici. È indicata ad esempio per le macchine a più assi che, per la loro dinamica, non sono adatte per le lavorazioni a 5 assi continui.

    Video: lavorazione indicizzata con suddivisione automatica e manuale delle aree di fresatura.

    Tempi macchina più brevi e meno movimenti della macchina nella fresatura anticollisione a 5 assi continui

    La funzione per la fresatura anticollisione a 5 assi continui è stata sensibilmente migliorata. Se determinate aree non possono essere lavorate senza collisioni in un NCJob calcolato con la strategia “da 3 a 5 assi”, esse vengono automaticamente disattivate.

    A sinistra nell’immagine: tutte le aree vengono calcolate e viene verificata l’assenza di collisioni.

    A destra nell’immagine: le aree che consentono una fresatura senza collisioni a 3 assi o a 5 assi continui vengono effettivamente lavorate. Le aree che non possono essere lavorate senza collisioni possono essere riprese in una fase di lavorazione successiva.

    Anche le oscillazioni dell’utensile sono state ottimizzate. L’utensile passa alla fresatura a 5 assi continui solo se una lavorazione a 3 assi avrebbe causato effettivamente una collisione.

    Il video presenta tutte le novità sulla fresatura anticollisione a 5 assi continui.

    Sbavatura a 5 assi continui anche con frese sferiche

    La funzione “NC5ax/MBurring” permette di eseguire la sbavatura multiasse automatica con frese sferiche anche sugli spigoli che non si trovano su uno stesso piano. Permette inoltre di scegliere espressamente se la lavorazione deve essere eseguita in modo concorde, in modo discorde o in modalità andata e ritorno. È stata inoltre ottimizzata la lavorazione di bordi e spigoli vivi.

    Più flessibilità per l’operatore della macchina grazie all’output NC variabile

    Una funzionalità particolarmente importante per l’operatore della macchina è l’estensione dell’output NC. Selezionando la casella “Piani uniformi” nella funzione “NC2AX/Mill/MPlan”, è possibile modificare manualmente la profondità di taglio, la profondità totale o l’origine dopo la generazione dell’output NC, in modo da poterli adattare alla profondità di contatto e alla posizione dell’utensile. Naturalmente questa possibilità è disponibile solo limitatamente per ragioni di sicurezza del processo. 

    La possibilità di modificare il programma CNC è utile soprattutto nella produzione dei componenti quando non si conoscono con precisione il sovrametallo e le caratteristiche del materiale del grezzo. 

    Sgrossatura ad alte prestazioni con percorsi di collegamento ottimizzati

    Nella funzione “NC3ax/RPlan” è possibile scegliere l’avanzamento elicoidale tra i piani di lavorazione. Questa “modalità di ripresa” velocizza la sgrossatura e favorisce una maggiore durata degli utensili. All’occorrenza, è anche possibile specificare la lunghezza di collegamento da non superare in queste particolari lavorazioni.

    CAM – Tecnologia macchine

    Applicazione semplice e veloce di utensili completi

    Ora è possibile determinare molto facilmente, con un semplice clic, la lunghezza programmata di un utensile completo. Il diametro del tagliente viene marcato con una linea verticale in direzione dell'asse dell’utensile, e l’altezza del punto di intersezione tra la linea tracciata e il profilo del gambo determina la lunghezza programmata.

    Massima efficienza e visibilità nelle simulazioni

    Si desidera simulare l’intera lavorazione senza che il processo si interrompa ad ogni potenziale conflitto? Basta accettare questi conflitti nell’elenco prodotto dalla verifica completa del programma CNC. I conflitti accettati non saranno più considerati durante la simulazione.

    Naturalmente è anche possibile tornare all'elenco dei conflitti durante la simulazione e accettare i conflitti riscontrati, in modo da mantenere sempre una visibilità completa sul processo.

    Il video mostra il processo completo: accettazione dei conflitti, simulazione, accettazione dei conflitti. 

    CAM – Pianificazione del lavoro

    Più sicurezza nel posizionamento multiplo

    Per i componenti che richiedono un posizionamento multiplo, durante il controllo delle collisioni con il simulatore CNC è ora possibile tenere conto anche dei grezzi dei componenti vicini. 

    Pratica funzione di commento

    Le immagini associate ai commenti nel Job Manager possono essere riordinate con semplici operazioni Drag&Drop. La sequenza viene quindi trasferita alla documentazione CNC.

    Sortieroptionen in der Kommentarfunktion im Arbeitsplan

    CAM – Taglio laser e rifilatura

    Programmi CNC con tempi ottimizzati per gli scarichi

    I raggi e gli angoli degli scarichi possono ora essere specificati direttamente durante la progettazione a sezioni. Questo permette di evitare in sicurezza gli spigoli vivi negli scarichi delle sezioni, delle piastre di base e dei denti, con due importanti vantaggi: in primo luogo, l’intero dispositivo può essere prodotto più velocemente grazie agli avanzamenti più omogenei della macchina; in secondo luogo, l’operatore può estrarre i pezzi tagliati senza rischio di lesioni.

    I parametri possono essere ottimizzati in funzione delle esigenze individuali. Per il taglio laser, ad esempio, i risultati migliori si ottengono con raggi piccoli e un angolo piatto, mentre per la rifilatura di materiali plastici, dove la fresa ha bisogno di uno spazio sufficiente, è preferibile usare raggi grandi e un angolo più stretto.

    La serie di webinar su Tebis Versione 4.0 Release 8

    In questi due webinar su Tebis Versione 4.0 Release 8, i product manager Marco PIccoli, Roberto Giovara e Maurizio Rege spiegano come approfittare al meglio delle novità e dei miglioramenti del nostro software.

    Tebis Version 4.0 Release 8 - Novità dal mondo CAD

    Se stai già utilizzando i moduli Tebis di Reverse Engineering o ti piacerebbe iniziare a farlo non puoi perderti questo webinar. Il nostro esperto Roberto Giovara ti mostrerà cosa c’è di nuovo in Tebis Versione 4.0 Release 8.

    Guarda ora il webinar

    Tebis Version 4.0 Release 8 - Top Highlights CAM

    Durante il webinar i nostri esperti Maurizio Rege e Marco Piccoli illustreranno tutte le novità CAM che troverete nella nuova versione. Molto è stato migliorato e molte novità sono state introdotte.

    Guarda ora il webinar