Title

Description

    Riduzione dei tempi di fermo grazie all’automazione

    Tennant Company è uno dei principali fornitori mondiali di macchinari di pulizia industriali e opera in un ampio insieme di settori, dall’automotive al retail. Oggi Tennant è leader di mercato nello sviluppo, nella produzione e nella commercializzazione di soluzioni che contribuiscono a creare un mondo più sano e pulito. Un fattore che ha avuto un ruolo fondamentale per il successo dell'azienda è stata la sua capacità di identificare le tecnologie necessarie per la sua attività e di integrarle nella catena dei processi. L’esempio più rappresentativo è il processo automatizzato per la costruzione delle attrezzature, realizzato su proposta del direttore di produzione Craig Rollag con l’uso del software CAD/CAM di Tebis.

    Società

    Tennant Company

    Luogo

    Minneapolis, Stati Uniti

    Attività principale

    Funzione di identificazione delle feature di Tebis

    Vantaggi
    • Notevole riduzione dei tempi di programmazione
    • Eliminazione dei tempi di fermo delle macchine
    • Funzione di identificazione delle feature di Tebis
    Settore

    Beni di consumo

    Pubblicato

    2017

    Con il software precedente avevamo quattro postazioni di programmazione con cui gestire quattro macchine. Con Tebis abbiamo accorpato le attività in un’unica postazione e le macchine non riescono a stare al passo con la nostra programmazione.

    Craig Rollag, Direttore di produzione, Tennant Company

    Tennant Company produce internamente le proprie attrezzature, costituite principalmente da supporti di saldatura formati da un massimo di cinquanta componenti. I cicli di lavoro sono caratterizzati da cambi estremamente frequenti e volumi ridotti: per ogni componente sono sufficienti uno o due cicli di produzione, al termine dei quali si passa al componente successivo. La struttura dei pezzi presenta numerosi fori, perciò ogni mese vengono eseguite migliaia di operazioni di foratura. Questo mix molto differenziato richiede un software CAM che consenta di creare programmi complessi in breve tempo – ed è qui che entra in gioco Tebis.

    Lastre per componenti prima della lavorazione
    Lastre per componenti durante la lavorazione

    Il problema più frequente di Tennant erano i tempi di fermo delle macchine, che in alcune fasi causavano picchi di improduttività fino al 40% dei tempi di lavorazione. Non appena Craig Rollag ha acquisito una buona dimestichezza con le funzioni di Tebis, ha elaborato un processo ottimizzato che ha consentito di eliminare quasi completamente questo collo di bottiglia. Come? Attraverso l’automazione del processo di programmazione, resa possibile dalla funzione di identificazione delle feature di Tebis.

    Tebis è in grado di identificare automaticamente fori, tasche e altri elementi in base alle dimensioni e al colore, e di impostare nel software le opportune sequenze di lavorazione predefinite. Dopo la scansione iniziale del componente, il software inizia a compilare un programma di lavorazione sulla base degli elementi identificati. In passato, la durata media del ciclo per ogni componente era di circa 30 minuti. Con Tebis, il processo di scansione del componente e di sviluppo del programma richiede da due a tre minuti. Confrontando i due valori è facile intuire come il problema dei tempi di fermo delle macchine sia stato sostanzialmente eliminato. Spiega Craig Rollag: “Con il software precedente avevamo quattro postazioni di programmazione con cui gestire quattro macchine. Con Tebis abbiamo accorpato le attività in un’unica postazione e le macchine non riescono a stare al passo con la nostra programmazione”. Aggiunge: “Tutto questo è stato possibile entro un anno dalla migrazione a Tebis”.

    Lastra per componenti finita

    La migrazione a Tebis si è svolta senza resistenze. In un contesto di officina, in cui ogni minuto di lavoro è importante, è facile che i cambiamenti vengano visti con diffidenza. Roy Knafla, uno dei programmatori CNC di Tennant Company, aveva lavorato con un software concorrente nei 20 anni precedenti della sua attività professionale. Alla domanda su come sia andata la transizione a Tebis, risponde: “Tebis è indubbiamente un software sofisticato – quando ti abitui a usarlo, non vuoi più tornare indietro”.